DIFETTI VISIVI

Un occhio senza difetti visivi è in grado di formare sulla retina l'immagine di un oggetto posto all'infinito e si dice emmetrope. Questa capacità dipende dalla perfezione delle lenti dell'occhio (cornea e cristallino), che servono a far convergere i raggi luminosi sul punto di fuoco. Se questo punto si colloca davanti o dietro la retina le immagini risultano sfuocate e diventa necessaria una correzione ottica. difetti visivi I difetti visivi più diffusi sono la miopia, l'ipermetropia e l'astigmatismo e possono essere corretti con occhiali, lenti a contatto o chirurgicamente. La miopia si corregge con lenti negative (divergenti), mentre l'ipermetropia si corregge con lenti positive (convergenti).
Le lenti degli occhiali sono adatte a correggere difetti visivi molto elevati e per differenze di potere diottrico fra i due occhi non superiori a 3 diottrie, questa situazione si definisce "anisometropia". Aumentando la differenza di correzione fra i due occhi otteniamo un differente ingrandimento a livello retinico. Questo accade in considerazione della distanza che abbiamo fra l'occhio (l'apice corneale) e le lenti degli occhiali, questa situazione si definisce "aniseneconia".
In caso di miopie e ipermetropie medie/elevate vengono costruite delle lenti in lantanio su misura ad alto indice di rifrazione ottenendo una lente molto sottile ed esteticamente valida. Nei casi di notevole differenza diottrica fra i due occhi, un ottima soluzione è l'uso delle lenti a contatto ad altissima idratazione che permettono di ottenere una visione ottimale e confortevole.

Desta anche preoccupazione la salute degli occhi tra coloro che impiegano molte ore davanti al computer. I disagi riferiti vanno dal mal di testa agli occhi arrossati e doloranti, dalla fotofobia all'iperlacrimazione, da una visione a tratti annebbiata o sdoppiata al senso di stanchezza e pesantezza agli occhi, dalla visione fluttuante alla difficoltà di concentrarsi a lungo. Fra le cause ipotizzate si additano: radiazioni ionizzanti e cariche elettrostatiche; riflessi e riverberi, eccessivo contrasto e illuminazione dell'ambiente inadeguata; problemi di postura e sbalzi dell'accomodazione.
determinate patologie come disfunzione kamagra 100mg con risultati davvero sorprendenti

Per accomodazione intendiamo il lavoro che esercitiamo mettendo a fuoco a distanza ravvicinata. Un soggetto esente da difetti visivi, ad accomodazione rilassata vede bene lontano; per guardare vicino deve accomodare, più vicino guarda, più accomoda. Questo lavoro viene svolto da un muscoletto che si trova all'interno dell'occhio (muscolo cigliare).
Per non affaticare l'occhio bisogna innanzi tutto correggere i difetti visivi presenti controllati con sofisticate apparecchiature che valutano anche (molto importante) la presenza di forie (allineamento dei due occhi) per dare il massimo confort di visione. Non è solo importante vedere bene ma vedere in modo confortevole. Vanno eliminate le fonti di abbagliamento, di riflesso, posizionando illuminazione e video in modo ottimale; si eviti di porre il video in controluce e si faccia in modo che la luminanza di fondo non sia troppo diversa da quella del video; talvolta si rivelano utili gli schermi protettivi, e lo scegliere il colore dei fosfori che soggettivamente stanca meno; bisogna cercare di mantenere una corretta postura; importante è rilassare periodicamente l'accomodazione guardando lontano, e concedersi delle pause periodiche, prima che inizino i sintomi della stanchezza.

CREARE BENESSERE OCULARE

Stanchezza oculare, mancanza di concentrazione, affaticamento visivo, difficoltà a rilassarsi durante la guida, sdoppiamenti d'immagine, sono problemi che affliggono sempre più la popolazione mondiale (valutata in circa il 17%), persone che potrebbero ottenere una visione confortevole e risolvere molti problemi posturali (cervicali, dorsali, male alla testa e comportamentali) con adeguate lenti per occhiali o lenti a contatto che correggono le forie. La maggior parte delle persone ha gli occhi paralleli tra di loro, in caso contrario il cervello, centro della visione, non accetta questa situazione e mette in funzione l'apparato oculare, muscoli oculare e accomodazione per mantenere l'allineamento dei nostri occhi. Così facendo facciamo uno sforzo muscolare oculare di lieve o grande entità. Controlli accurati ed analisi visiva specifica ci permettono di valutare con precisione questi sforzi muscolari, correggendoli con adeguate lenti che evitano lo sforzo muscolare ottenendo una visione fantasticamente confortevole.

Controllate le forie! Potrai finalemente risolvere i tuoi problemi.